Skip Navigation
Una tabella comparativa dei browser per Android
  • ho sbagliato il link ora lo cambio, comunque: https://divestos.org/pages/browsers

  • Vuoi supportare feddit.it? Ecco come fare
  • Non so considerando che il mio nome e cognome sono già pubblici aggiungere anche come dato pubblico, perché questo è visto che bastano 0.01€ per scoprirlo, mi dà un po' fastidio. Poi magari mi sbaglio eh, ma già ricevo tonnellate di monnezza al giorno sul telefono non vorrei dargli il colpo di grazie 😅

  • Vuoi supportare feddit.it? Ecco come fare
  • In realtà a me scoccia più il numero di telefono che il nome e cognome (che non è segreto). Comunque confermo che dopo una donazione si vedono entrambi i numeri

  • Vuoi supportare feddit.it? Ecco come fare
  • Non ancora mi sembra che l'associazione non sia ancora stata creata (non voglio dire fesserie per questo uso il condizionale 😅)

  • Vuoi supportare feddit.it? Ecco come fare
  • Per aprire un profilo negozio si deve esserlo e avere una P. IVA e per le donazioni si deve essere un'associazione e per ora Feddit non è nulla di tutto questo

  • Vuoi supportare feddit.it? Ecco come fare
  • ciao intanto grazie anche solo per il pensiero :)

    È da un po' che sto pensando/provando a permettere anche l'utilizzo di Satispay ma non sono ancora riuscito a capire con certezza se viene mostrato anche il numero di telefono o meno (non sarebbe il massimo sinceramente) tra i non-contatti.

    Se hai voglia di fare tu per primo una prova posso girarti in privato il codice QR per la donazione cosi puoi dirmi se e quali dati personali vengono condivisi pubblicamente cioè se oltre al mio, immagino nome e foto, vedi anche il numero di telefono. Fammi sapere in caso!

  • #Milano, Lorenzo Cochis La Russa, vuole togliere i cordoli di cemento a protezione delle ciclabili.
  • Mi piace molto la giustificazione del mini La Russa: non chiedo di rimuovere tutti i cordoli ma quelli che risultano pericolosi, come ad esempio in piazza Tricolore dove ci sono stati tanti incidenti perché quei cordoli non sono visibili.

    Quindi non facciamo qualcosa per renderli più visibili ma togliamoli direttamente così al massimo al posto di andare a finire contro un cordolo l'automobilista finisce direttamente contro il ciclista (che rovina meno la macchina).

  • Nasce il forum di Le Alternative!
  • Ad oggi no ma stanno lavorando alla versione 2.0 che supporterà ActivityPub: https://mastodon.uno/@[email protected]/112166615407141408

  • Nasce il forum di Le Alternative!
  • Sono abbastanza d'accordo con quanto dici :) purtroppo però lo sviluppo di Lemmy in questo momento non sta andando in questo senso e mancano ancora molte cose, che forse nemmeno mai verranno fatte (nel breve periodo), per farlo somigliare più a un forum come per esempio le etichette, i tag, categorie o cose simili.

    Un forum deve avere determinate caratteristiche per poterlo essere vedi appunto Flarum, Discourse o phpBB e attualmente queste caratteristiche l'interfaccia di Lemmy non ce le ha. Come puoi ben immaginare mi sarebbe piaciuto tipo tantissimo unire il forum con Feddit visto che Feddit già lo gestisco ma il suo uso come forum non mi convince. Ma nemmeno Reddit lo è secondo me e sinceramente pensavo a qualcosa di diverso per Le Alternative. E proprio perché sono cose differenti penso che possano coesistere insieme :)

    Stavano sviluppando LemmyBB (proprio per sopperire a questa mancanza) ma il progetto è per ora abbandonato e non funziona con le attuali versioni di Lemmy.

  • Da cosa deriva la conflittualità tra chi va in #auto e chi va in #bici?
  • Se ho una strada con una ciclopedonale (o area pedonale con eccezione per le bici) e una parallela semplice e sono in bicicletta al 99% sceglierò la parallela semplice perché la ciclopedonale la trovo molto più a rischio incidenti!

  • Problema temporaneo immagini su Feddit

    Il server sul quale appoggiano le immagini di Feddit è temporaneamente in manutenzione. Purtroppo l'unico service status che hanno è sotto login https://app.idrivee2.com/service-status quindi non potete seguirne gli sviluppi.

    Fino a che non verrà sistemato dal provider che lo gestisce le immagini su Feddit non si vedranno, per ora non vedo tempistiche ma spero sistemino presto!

    0
    Beyond the Click: the Saga of Lucas Adventures

    Mi hanno girato questo Kickstarter, che quasi sicuramente prenderò conoscendomi 😅, su questo librone/guida disponibile anche in italiano dei giochi LucasArts dal 1986 al 2000 dove si parla di questi giochi:

    • Labyrinth - The Computer Game
    • Maniac Mansion
    • Zak McKracken and the Alien Mindbenders
    • Indiana Jones and the Last Crusade
    • Loom
    • The Secret of Monkey Island
    • Monkey Island 2
    • Indiana Jones and the Fate of Atlantis
    • Day of the Tentacle
    • Sam & Max Hit the Road
    • Full Throttle
    • The Dig
    • The Curse of Monkey Island
    • Grim Fandango
    • Escape from Monkey Island
    0
    Aegis si aggiorna alla versione 3.0

    L'applicazione per l'autenticazione a due fattori Aegis si aggiorna alla versione 3.0 e, tra le altre cose, cambia grafica introducendo finalmente il "Material You" design!

    Aegis su GitHub: https://github.com/beemdevelopment/Aegis

    0
    Da giugno non si potrà più usare uBlock su Chrome
    arstechnica.com Google Chrome will limit ad blockers starting June 2024

    The "Manifest V3" rollout is back after letting tensions cool for a year.

    Google Chrome will limit ad blockers starting June 2024

    Come già previsto con l'arrivo del Manifest V3 su Google Chrome non sarà più possibile installare uBlock Origin.

    Alcune possibile soluzioni:

    • Continuare a usare Chrome con uBlock Origin Lite che però blocca meno cose

    • usare Firefox sul quale invece uBlock Origin funzionerà ancora bene

    • usare Brave perché i suoi shield non verranno disattivati né modificati

    5
    Boom di affitti turistici: la crisi abitativa riguarda anche chi ha redditi medi. manca l’alternativa pubblica.
  • Mi permetto di dissentire un po' su questo:

    Il motivo per cui i proprietari propendono per gli affitti brevi è che sono più redditizi; i prezzi sono diventati altissimi e questo incide su tutto il mercato immobiliare facendo aumentare affitti e valori.

    I soldi non per tutti sono tutto, perdonate il gioco di parole, ma uno dei motivi per cui si sceglie l'affitto breve è spesso il rischio quasi ridotto allo zero di eventuali perdite/problemi/morosità rispetto all'affitto normale. Io ho affittato casa a lavoratori, affitti normali dunque (4+4) e sono stato sempre fortunato e ho trovato sempre persone per bene ma ho dei racconti dell'orrore di prima mano che fanno ben capire perché spesso si sceglie di non affittare, di fare affitti brevi o di vendere (a un'agenzia che poi ci fa quel che vuole).

  • www.milanotoday.it Iniziano i lavori per rendere più accessibile la metro di Milano

    Verranno installati nove ascensori, tutti sulle linee M1 e M2, la rossa e la verde, le linee meno recenti

    Iniziano i lavori per rendere più accessibile la metro di Milano

    Finalmente mettono un po' di ascensori, anche se sempre troppo pochi. La M5 che conosco bene (e penso anche la M4) è avanti anni luce in questo soprattutto la tratta Isola - San Siro che ha degli ascensori più nuovi e molto più veloci rispetto alla tratta Garibaldi - Bignami.

    Verranno installati nove ascensori, tutti sulle linee M1 e M2, la rossa e la verde, le linee meno recenti

    Diventerà sostanzialmente più accessibile la rete delle metropolitane di Milano. Inizieranno il 18 marzo prossimo i primi lavori per l’installazione di ascensori nelle stazioni della metro in vista delle olimpiadi invernali del 2026. saranno complessivamente nove le stazioni interessate tutte sulle linee M1 e M2, la rossa e la verde, meno recenti e con maggiore necessità di intervento. Entro l'estate 2025 è prevista la conclusione dei cantieri. Rimarranno scoperte dall'installazione degli ascensori, ma avranno dei montascala, le stazioni di Caiazzo sulla M2 e 7 fermate sulla linea rossa.

    Il cronoprogramma è stato presentato mercoledì 13 marzo durante la Commissione congiunta Fondi Europei, Pnrr, Politiche Europee Internazionali, sottocommissione Mobilità Attiva, Sport, Turismo, Politiche Giovanili-Politiche per il Benessere e Olimpiadi e Paralimpiadi Milano Cortina 2026.

    Per i lavori sono stati stanziati 21 milioni con i fondi del Pnrr. Sulla linea rossa verranno fatti lavori alle fermate di Sesto Rondò, Bande Nere, San Leonardo, Uruguay, De Angeli e Turro. Sulla verde, le stazioni di Sant’Agostino, Garibaldi e Lambrate. Gli interventi riguardano in particolare l’installazione di ascensori, corredata da opere esterne come la pavimentazione tattile e l’allargamento dei marciapiedi. I primi a iniziare saranno i lavori alla fermata della linea rossa De Angeli, il 18 marzo.

    Questo mese partiranno i lavori anche nelle stazioni di Turro, Uruguay e Sesto Rondò. La stazione di San Leonardo vedrà aprire il cantiere a inizio aprile per chiudersi il prossimo gennaio. Quella di Bande Nere tra un mese, e vedrà concludere i lavori il prossimo novembre. Per la linea verde, la prima stazione ad essere coinvolta dai lavori sarà quella di Lambrate (il 18 marzo), seguita il 22 marzo da Sant’Agostino e Garibaldi. Anche questi lavori verranno conclusi entro l’estate del prossimo anno. Si inizierà con la costruzione di opere civili, con la creazione del vano per l’impianto ascensore al suo interno, con i relativi adeguamenti elettrici, fino alla realizzazione di impianti di trazione dell’ascensore e dei collegamenti necessari per la sicurezza con le sale operative e per la chiamata telefonica di emergenza. "Il tema di accessibilità alle stazioni e al trasporto pubblico è fondamentale – ha sottolineato l’assessora Censi - Sappiamo di scontare per M1 e M2 una tipologia di impianti che non ha tenuto conto di questo e stiamo investendo la maggior parte di risorse possibili in questa direzione. Abbiamo declinato vari finanziamenti anche su questo tema, fin dai progetti legati al bando periferie: abbiamo usato diverse risorse per mettere a norma e rendere accessibili le stazioni esterne all’area urbana, in particolare M1 e M2 che sono le linee che hanno patito di più questo problema. Noi gestiamo quasi 400 milioni di investimenti sul Pnrr, è una somma cospicua che deve essere usata con competenza e rispettando i tempi e ci stiamo impegnando in questo".

    Continua su MilanoToday

    1
    Allarme smog: Milano è la terza città peggiore al mondo per inquinamento
  • Usata oggi per la prima volta, d'altronde mi è arrivata il giorno in cui ha iniziato a piovere a tempo indeterminato quindi l'aria a Milano era quasi decente 😁

    Primissime impressioni del primo utilizzo:

    • ho sudato più del solito
    • la mascherina, così come quella di Banale, rimane umida dentro. Questo da quanto ho letto e capito è una cosa positiva perché significa che sta funzionando bene.
    • sembra che si respiri molto meglio rispetto a quella di Banale grazie al fatto che si "apre e si chiude"
    • mi ha stretto un po' il naso, ma io ho il nasone e un po' me l'aspettavo. Ha una bandina metallica sul naso quindi forse col tempo un po' si smollerà rendendola più comoda.
    • si allaccia dal dietro con un velcro piuttosto forte e resistente, non ho ancora ben capito quanto devo stringere ma sembra gestibile facilmente nella speranza che non si smolli troppo col tempo.

    Tutto sommato per ora mi è sembrata buona, vediamo nelle prossime settimane!

  • È morto Akira Toriyama
  • Pure io non me l'aspettavo, era anche abbastanza giovane 😭

    Da poco ho fatto entrare il primogenito nel mondo di Dragon Ball e ne è rimasto ovviamente completamente entusiasta fin dall'inizio tanto che s'è voluto comprare la cartella di Dragon Ball 🧡

  • È morto Akira Toriyama
  • 😭

  • #Milano, l'inverno più caldo di sempre con 3 soli giorni di gelo.
  • Me ne sono accorto, ormai sono non so quanti anni che non uso più guanti né sciarpe in inverno... sembra sempre un perenne autunno/primavera con giusto qualche giornata freddina ogni tanto.

  • ente diventa interamente open source (anche il server)
  • Non ho mai provato Photoprism quindi non saprei

  • 10 marzo: Itinerario urbano in zona City Life/Lotto per conoscere la città
  • Bello! In quella zona (e vedo ovviamente segnato nel loro itinerario) c'è una casa con un castello di carte nel proprio giardino! P asseggiando da quelle parti una volta ho visto questa casa con un castello di carte gigantesco e mi sono un po' informato e ho scoperto che è un'opera realizzata nel 2014 davanti nel giardino del "Castello Pozzi".

    Qui il link per Google Street View

  • www.italian.tech Bending Spoons vicina all'acquisto della piattaforma video americana Vimeo

    Il gruppo milanese sarebbe in trattative per comprare il colosso americano dell'hosting video, che capitalizza in borsa oltre 800 milioni di dollari

    Bending Spoons vicina all'acquisto della piattaforma video americana Vimeo

    Il gruppo milanese sarebbe in trattative per comprare il colosso americano dell'hosting video, che capitalizza in borsa oltre 800 milioni di dollari

    Bending Spoons, azienda milanese tra i principali sviluppatori di app al mondo, dopo aver messo a segno qualche settimana fa un maxi round da 155 milioni di dollari, sarebbe prossima ad un nuovo colpo, l’acquisto di Vimeo, colosso americano di hosting del valore di circa 816 milioni di dollari.

    La notizia trapelata dalle fonti di Bloomberg, aggiunge che la società milanese sarebbe in trattative con le banche per il finanziamento della potenziale operazione di acquisizione. Vimeo è stata scorporata dalla IAC/InterActive Corp. di Barry Diller nel 2021.

    L'operazione arriva nel momento in cui la piattaforma Vimeo sta vivendo un calo significativo del suo valore di mercato, circa il 90% da quando ha iniziato a fare trading. La notizia ha portato a scambi volatili, con le azioni di Vimeo che inizialmente hanno registrato un aumento fino al 9,2% prima di crollare. Attualmente, la capitalizzazione di mercato di Vimeo si aggira intorno agli 816 milioni di dollari.

    Dunque quella di Bending, sarebbe la mossa giusta al momento giusto per espandere ulteriormente il proprio portafoglio.

    Bending Spoons, 155 milioni a febbraio e nuove acquisizioni

    Appena qualche settimana fa (15 febbraio 2024) Bending Spoons ha chiuso un round da 155 milioni di dollari, portando la sua valutazione a 2,55 miliardi. In un’operazione guidata da Durable Capital Partners con la partecipazione di investitori già avevano investito nell’azienda come Baillie Gifford, Cox Enterprises, NB Renaissance, NUO Capital e StarTIP (controllata da Tamburi Investment Partners) e il family office Cherry Bay Capital Group.

    Non a caso in questa occasione Benidng ha precisato che avrebbe utilizzato la nuova iniezione di liquidità per altre operazioni di acquisizione. E lo stesso Ceo, Luca Ferrari aveva dichiarato sul blog del sito: “Sentirete parlare di più di noi”.

    Ad agosto 2023 ha chiuso maxi round da 100 milioni di euro che ha visto l’ingresso nel capitale dei fondi Baillie Gifford, NB Renaissance e Cox Enterprises. Hanno inoltre investito nella società alcuni importanti family office e fondi di private equity, come Tamburi Investment Partner, H14 (famiglia Berlusconi), Nuo Capital e Cherry Bay Capital, che ha completato anche l’acquisizione di una seconda partecipazione nella startup. Hanno partecipato all’iniezione di capitale anche alcuni investitori privati di rilievo tra cui l’attore Ryan Reynolds, l’ex numero uno di Google Eric Schmidt, e Andre Agassi attraverso la sua fondazione.

    Continua su Italian Tech

    0
    L'Italia è maglia nera europea per la mobilità urbana su rotaia

    Secondo il report "Pendolaria" di Legambiente Roma porta a casa un triste primato: è tra le città europee peggiori in termini di dotazioni di binari e metro

    AGI - Italia maglia nera in fatto di performance sulla mobilità sostenibile su ferro (metropolitane, tranvie e ferrovie suburbane). Se paragonata a Regno Unito, Germania e Spagna, la Penisola non regge il confronto e si piazza ultima. A pesare, in primis, la carenza di infrastrutture che comporta per l'Italia città sempre più sotto scacco di traffico e smog come accadde per Roma. La Capitale porta a casa un triste primato, è tra le città europee peggiori in termini di dotazioni di binari e metro, e a livello nazionale risulta essere il comune più colpito dal 2010 al 2023 dagli eventi meteorologici estremi che hanno causato danni alle infrastrutture di trasporto pubblico o interruzioni al servizio.

    A fare il punto, con dati e analisi, è il report "Pendolaria - Speciale aree urbane" di Legambiente diffuso oggi nell'ambito della campagna Clean Cities e che mette in luce i ritardi dell'Italia, i nodi irrisolti di Roma, ma anche gli impatti che gli eventi meteo estremi stando avendo sulle infrastrutture del trasporto pubblico in tutta la Penisola.

    I dati parlano chiaro: in Italia la lunghezza totale delle linee di metropolitane si ferma a poco meno di 256 km totali, ben lontano dai valori di Regno Unito (680,4 km), Germania (656,5) e Spagna (615,6). Il totale di km di metropolitane nella nostra Penisola è inferiore, o paragonabile a quello di singole città europee come Madrid (291,3) o Parigi (225,2). Riguardo le tranvie, in Italia ci sono 397,4 km di tranvie assai lontani dagli 875 km della Francia e soprattutto dai 2.042,9 km della Germania.

    Analoga situazione per le ferrovie suburbane, quelle prese ogni giorno da tanti pendolari, dove l'Italia è dotata di una rete totale di 740,6 km mentre sono 2.041,3 quelli della Germania, 1.817,3 km nel Regno Unito e 1.442,7 in Spagna. Tra le città, Roma è tra le peggiori in Europa in termini di dotazione di binari di metro. Parliamo di 1,43 km ogni 100mila abitanti, ben lontani da altre capitali quali Londra (4,93), Madrid (4,48), Berlino (4,28). Sul fronte investimenti su ferro, l'Italia ha fatto ben poco preferendo quello su gomma. Nel 2023 non è stato inaugurato nemmeno un chilometro di nuove tranvie, mentre l'unica aggiunta alla voce metropolitane riguarda l'apertura di un nuovo tratto della M4 a Milano. E se si guarda indietro negli anni, dal 2016 al 2023 sono stati realizzati appena 11 km di tranvie e 14,2 di metropolitane, con una media annua rispettivamente di 1,375 km e 1,775 km, ben lontani da quanto sarebbe necessario per recuperare la distanza dalle dotazioni medie europee.

    Dall'altro lato la Penisola si conferma la nazione più legata all'utilizzo dell'auto. Quello italiano resta il parco auto tra i più grandi d'Europa. 666 auto ogni mille abitanti, il 30% in più rispetto alla media di Francia, Germania e Spagna. A pesare su questa scelta la mancanza di interconnessioni tra le varie linee di trasporto di massa, di TPL e di mobilità dolce, di integrazione delle stazioni con il tessuto urbano pedonabile e ciclabile. Un immobilismo quello delle città italiane, scrive Legambiente, sempre più fragili e vulnerabili a causa della crisi climatica, che racconta anche quanto poco si stia investendo poco sul fronte dei trasporti. Senza dimenticare che l'ultima legge di bilancio (approvata nel dicembre 2023) per la prima volta dal 2017 non prevede fondi nè per il trasporto rapido di massa, il cui fondo è stato definanziato, nè per la ciclabilità e la mobilità dolce.

    Continua su Agi

    0
    Venerdì 8 marzo: l'orario dello sciopero dei trasporti a Milano
    www.milanotoday.it L'orario dello sciopero dei trasporti a Milano: i disagi tra cortei e vie chiuse

    In città ci saranno disagi per i pendolari in arrivo e per la mobilità per le strade

    L'orario dello sciopero dei trasporti a Milano: i disagi tra cortei e vie chiuse

    Venerdì 8 marzo, giorno dello sciopero generale e di quello dei trasporti, è alle porte. I disagi per la mobilità in una città come Milano non saranno pochi per via dei cortei per la lotta femminile, anche se il personale Atm, come comunicato dall'azienda di metro, bus e tram, si asterrà dal scioperare. L'agitazione riguarderà invece i lavoratori dei treni Trenord e Trenitalia (qui gli orari).

    A proclamare l'astinenza dal lavoro nel settore dei trasporti - in occasione della Giornata internazionale dei diritti della donna - sono i sindacati Slai-Cobas per il sindacato di classe, Adl-Cobas. Secondo quanto preannunciato sul portale del ministero delle Infrastrutture e dei trasporti quel giorno ci sarà uno sciopero generale dei settori pubblici, privati e cooperativi.

    Lo sciopero di scuola e università

    Non solo lo sciopero generale dei trasporti ma a incrociare le braccia ci saranno per esempio i lavoratori e le lavoratrici del settore della conoscenza. La Flc Cgil ha proclamato un’intera giornata di astensione dal lavoro per il personale della scuola statale e non, università, ricerca, Afam e formazione professionale.

    "La Flc Cgil proclama nei settori della conoscenza lo sciopero di un'intera giornata per - spiega il sindacato - affermare politiche concrete ed efficaci volte a prevenire i femminicidi e la violenza di genere e sostenere chi si trova in situazioni di rischio; affermare un sistema sociale che sostenga il lavoro femminile - a partire da salario e diritti - contrasti la precarietà e garantisca pari condizioni di accesso alle infrastrutture di cittadinanza dal sistema socio sanitario, all’istruzione e alla formazione; garantire alle donne un accesso alla pensione che consenta di affrontare dignitosamente e serenamente l’età della vecchiaia; contrastare riforme finalizzate a frammentare ancora di più il nostro Paese che, causando ulteriori differenze da territorio a territorio, finiranno fatalmente per determinare nuove marginalità; e - conclude il sindacato - difendere il diritto di decidere autonomamente e liberamente del proprio corpo a partire dalla difesa della legge 194/1978 sull’interruzione volontaria di gravidanza".

    Continua su MilanoToday

    0
    [SWITCH] Toki (remastered) in offerta a 1€
    www.nintendo.it Toki

    Le avventure di Toki sono tornate!

    Toki

    Indeciso se metterlo qui o su [email protected], ma il mitico Toki in versione remastered cioè con una nuova grafica più fumettosa è in offerta a 1,04€ per la Nintendo Switch.

    L'ho acquistato e ieri ho passato la notte a tentare, invano, di finirlo. Bellissimo comunque, se avete la Switch a 1€ è un ottimo affare!

    0
    La Stramilano sarà il 24 marzo
    www.stramilano.it Homepage Stramilano

    Partecipa alla Stramilano 10-5 Km o alla Stramilano Half Marathon. Join the Run Generation!

    Homepage Stramilano

    Non so se è stato annunciato oggi o meno ma ho letto diversi articoli oggi in merito al fatto che la Stramilano quest'anno sarà il 24 marzo.

    Se posso dare un consiglio: l'iscrizione online con Endu, almeno l'anno scorso, è una sorta di incubo. Arrivano email di spam in continuazione e la policy è agghiacciante. Parlo della Stramilano non agonistica, quindi non so se per quella agonistica sia obbligatoria o meno l'iscrizione a Endu.

    Comunque per la Stramilano normale l'anno scorso io mi sono iscritto in un punto iscrizione fisico e poi non mi è passato nemmeno per la testa di "completare l'iscrizione online" come viene invece chiesto e ovviamente nessuno ti dice nulla visto che è una corsa libera e sostanzialmente alla fine controllano solo se hai il pettorale numerato (se non ce l'hai banalmente non ti fanno arrivare al traguardo per prendere la medaglietta) ma dubito fortemente qualcuno si metta a controllare se hai fatto anche una validazione online (ma perché poi? A parte per regalare dati a Endu intendo).

    Comunque ho letto che quest'anno parlano di Arco della Pace come punto finale e non più l'Arena. Credo perché da quest'anno l'Arena Civica è diventata lo stadio ufficiale dell'Inter femminile.

    0
    Sistema di allerta della Protezione civile per Milano

    Segnalo, perché so che in pochissimi lo conoscono e spesso mi è capitato di incontrare persone che ne erano interessate, che esiste un servizio della Protezione Civile per Milano. Informa tramite email, o se lo si vuole anche tramite chiamate al telefono, per le allerte meteorologiche (vento forte/pioggia intensa etc) oppure rischio esondazione dei fiumi Lambro e Seveso con alert in tempo reale.

    È un servizio abbastanza utile al quale sono iscritto da qualche anno, non è ovviamente perfetto perché si basa sulle previsioni meteorologiche (a parte quando vengono segnalate le esondazioni in corso).

    Gli avvisi si dividono in tre colorazioni diverse: giallo, arancione e rosso. Generalmente quelli gialli li ignoro perché non sono quasi mai significativi mentre se arriva un alert arancione o rosso il rischio che arrivi qualcosa di grosso è molto alto.

    1
    Centro Storico – Portata al restauro la “vedovella” numero uno
    blog.urbanfile.org Milano | Centro Storico - Portata al restauro la "vedovella" numero uno - Urbanfile

    Da qualche giorno è “sparita” la grossa fontanella che si trova in piazza della Scala tra il monumento a Leonardo da Vinci e Palazzo Marino. MM, la società del Comune ... VAI ALL'ARTICOLO

    Milano | Centro Storico - Portata al restauro la "vedovella" numero uno - Urbanfile

    L'altro giorno passando per piazza della Scala ho visto che c'era la fontanella in manutenzione e ho trovato questo articolo a riguardo.

    Ne volevo quindi approfittare anche per un "Forse non tutti sanno che...": è l'unica fontanella in bronzo (tutte le altre sono in ghisa) e dovrebbe essere anche la prima alla quale è stato applicato il famoso drago verde.

    !

    Sul cartellone esposto per la manutenzione c'è scritto:

    >La fontanella di Piazza della Scala è stata realizzata tra il 1914 e il 1919 su disegno dell'architetto Luca Beltrami. Il Senatore e Conservatore del Castello Sforzesco era stato incaricato dal Comune di Milano di studiare il tipo di ornamenti in ghisa e in ferro per la piazza. L'architetto ha concepito come un tutt'uno i quattro candelabri elettrici, il recinto che avrebbe racchiuso il monumento a Leonardo da Vinci inaugurato nel 1872, e una nuova fontanella dell'acqua potabile. Gli arredi vennero inaugurati il 2 maggio 1919 in occasione del quarto centenario della morte di Leonardo da Vinci. Tra il 1919 e il 1934 la bocchetta originaria di erogazione dell'acqua è stata sostituita con la caratteristica testa di animale mitologico che tutti conosciamo, e chiamiamo il "Drago Verde".

    0
    Annuncio creazione comunità Milano

    Segnalo, per chi ne fosse interessato, la creazione della comunità [email protected] discutere anche di queste cose ma anche di eventuali problematiche/suggerimenti dei vari quartieri di Milano!

    A chi si unisce entro stasera in regalo una milanesissima colomba pasquale!

    0
    ente diventa interamente open source (anche il server)
    ente.io Open sourcing our server

    Ente’s servers join our clients - Ente is now fully open source

    Open sourcing our server

    ente è da un po' la mia alternativa preferita a Google Photos. Ne ho fatto anche una recensione e mi sono sempre sembrati seri e attivi.

    Non hanno deluso le mie aspettative e oggi hanno rilasciato anche il codice sorgente del server per poterne fare un eventuale self-hosting per chi ne fosse interessato: https://github.com/ente-io/ente

    https://ente.io/

    17
    Signal introduce gli username per mantenere il numero privato!
    signal.org Keep your phone number private with Signal usernames

    Signal’s mission and sole focus is private communication. For years, Signal has kept your messages private, your profile information (like your name and profile photo) private, your contacts private, and your groups private – among much else. Now we’re taking that one step further, by making your...

    Keep your phone number private with Signal usernames

    Un'ottima novità per Signal: fino ad oggi per aggiungere una persona tra i contatti e scriverle si doveva fare come su WhatsApp ovvero aggiungerla tramite numero di telefono.

    Dalla versione 7.0 (uscita ora in beta e tra qualche giorno per tutti) sarà invece possibile avere un username e dare questo per farsi aggiungere e per parlare con qualcuno, più o meno come funziona ad esempio con Telegram.

    Di default quindi il proprio numero di telefono verrà nascosto a meno che questa persona non è tra i vostri contatti

    1
    Per chi usa GrapheneOS: Vanadium Browser implementa il blocco ads!
    github.com Release 122.0.6261.43.1 · GrapheneOS/Vanadium

    Changes in version 122.0.6261.43.1: add initial basic support for filtering ads based on a subresource filter APK updated separately from Vanadium A full list of changes from the previous release...

    Release 122.0.6261.43.1 · GrapheneOS/Vanadium

    Come da titolo, per chi utilizza l'ottimo GrapheneOS e usa il browser predefinito che si chiama Vanadium (che è disponibile appunto solo su Graphene) è ora disponibile il blocco, molto semplice e basilare, delle pubblicità.

    Leggevo su PrivacyGuides che sembra siano state implementate solo le liste EasyList e EasyPrivacy ma in futuro dovrebbero fare continui miglioramenti!

    0
    Proton Drive in versione gratuita ora dà 5GB
    proton.me Proton Drive: Free secure cloud storage | Proton

    End-to-end encrypted file storage from Switzerland that lets you securely back up your files on the cloud, access them anywhere, and share them with anyone.

    Proton Drive: Free secure cloud storage | Proton

    Una buona notizia per chiunque abbia bisogno di un drive crittografato anche gratuitamente. Proton Drive ha aumentato lo spazio per gli account gratuiti a 5GB, prima era 1GB.

    https://proton.me/drive

    5
    www.milanotoday.it Allarme smog: Milano è la terza città peggiore al mondo per inquinamento

    Non accennano a calare i livelli di inquinanti nell'aria di Milano. A spaventare sono i dati emersi dalla rilevazione dell'indice Aqi

    Allarme smog: Milano è la terza città peggiore al mondo per inquinamento

    Fa sempre piacere vedere la propria città sul podio!

    Giusto in questi giorni guardavo la qualità dell'aria di Milano perché sentivo un saporaccio terribile in bocca e nel naso quando uscivo e infatti non mi sbagliavo: i limiti in questi giorni sono agghiaccianti: https://waqi.info/it/#/c/45.48/9.205/12.7z

    Nel frattempo io per andare in bici ho rispolverato una mascherina che usavo qualche tempo fa: https://banale.com/eu_en/products/n-mask.html

    Essendo un po' pesantina, ma in teoria efficace anche contro il PM 2.5, me ne sono anche appena comprata una che forse è più adatta allo sforzo: https://www.tradeinn.com/techinn/en/respro-sporsta-face-mask/137664074/p

    AGGIORNAMENTO NOTIZIA: https://www.lastampa.it/cronaca/2024/02/19/news/no_milano_non_e_la_terza_citta_piu_inquinata_al_mondo_ma_non_per_questo_dobbiamo_stare_tranquilli-14082175/

    Ma Milano è davvero la terza città più inquinata al mondo? No ma non per questo dobbiamo stare tranquilli

    Anche quest’anno è arrivata la solita fake news. “Milano è la terza città più inquinata del mondo”, un titolo che genera click e condivisioni su siti e social. Se lo scrivono tutti, se lo spiegano anche le testate giornaliste più serie, sarà pur vero, viene da pensare. Ma proprio come nel marzo 2023, quando si diffondeva la stessa notizia, è falsa. Vi spieghiamo perché l’informazione non è corretta e perché, comunque, dobbiamo preoccuparci per i livelli di smog del capoluogo lombardo e in generale del Nord Italia.

    I PROBLEMI DELLA CLASSIFICA Partiamo dalla fonte della notizia. La classifica arriva dal sito IQAir, che ogni giorno mostra la sua “Classifica in tempo reale delle città”, presentando l’indice “Città ad alto inquinamento atmosferico (AQI)”. IQAir è un'azienda svizzera che produce purificatori per l’aria e che ha creato un software per monitorare l’aria città per città. Si legge nelle note alla graduatoria: “Questa classifica oraria delle principali città mette a confronto 95 città nel mondo con i dati PM2.5 misurati”.

    Il fatto che la classifica sia poco affidabile, però, non ci deve tranquillizzare rispetto alla questione inquinamento. Milano, così come altre città del Nord Italia e in particolare della Pianura padana, rimane inquinata. Spesso oltre i limiti.

    6
    Alternative open source per Mac

    Su Le Alternative non mi occupo praticamente mai di applicazioni open source per Mac o iOS principalmente perché... non ce li ho e quindi non potrei provarli (cosa che faccio sempre prima di scrivere una recensione o di consigliare qualcosa).

    Ho però trovato questo sito che sembra racchiudere tantissime applicazioni open source per Mac, magari a qualcuno può tornare utile: https://indiegoodies.com/awesome-open-source-mac-apps

    0
    I Talebani tirano giù l'istanza Mastodon queer.af (perché è importante anche il dominio che si sceglie)
    www.benzinga.com Taliban Forces Shutdown Of LGBTQ+ Platform "queer.af" On Mastodon, Takes Administrator By Surprise

    The Taliban has terminated the "queer.af" Mastodon instance in Afghanistan, a decision communicated by the Afghan Ministry of Communications and IT to the instance's administrator, highlighting the control the Taliban exerts over internet domains within the country.

    Taliban Forces Shutdown Of LGBTQ+ Platform "queer.af" On Mastodon, Takes Administrator By Surprise

    Come da titolo, il dominio .af è andato di moda per un periodo perché può diventare l'acronimo di as fuck. Purtroppo il dominio .af è afgano e dal 2021 in Afghanistan sono tornati al potere i Talebani che hanno usato il loro potere per abbattere questa istanza Mastodon chiamata queer.af.

    Al di là di tutto questo insegna che è bene non utilizzare dei domini di primo livello per via di come suona bene ma è probabilmente sempre una buona idea usare domini generici (.net o .com) oppure di nazioni non troppo a rischio come potrebbe essere un dominio .it per gli italiani.

    0